Fuso orario e Jet-Lag

Il fuso orario di Toronto

Il Canada copre ben 6 fusi orari, che vanno da -4,5 ore della provincia di Terranova a -9 dell’estremo est rispetto all’Italia! Toronto è indietro di 6 ore rispetto all’Italia – tenetelo a mente quando volete telefonare a casa.
L’ora legale viene applicata in quasi tutta la nazione, Toronto compresa, aggiungendo un’ora dalla seconda domenica di marzo fino alla prima domenica di novembre (Daylight Saving Time).
Dal momento che invece in Italia l’ora legale entra in vigore l’ultima domenica di marzo e termina l’ultima domenica di ottobre, per alcuni giorni le ore di differenza con l’Italia diventano -5.

 

Il Jet-Lag

Il fastidioso Jet lag è un temporaneo sconvolgimento del ritmo circadiano, quando l’orologio interno del nostro corpo non riesce più ad essere sincronizzato con il nuovo orario esterno. In particolare, il nostro orologio biologico regola l’alternanza sonno-veglia, e l’oscillazione nelle 24 ore della temperatura, della pressione arteriosa e della secrezione di diversi ormoni.
Anche se il nostro moderno stile di vita ci consente di prolungare la giornata ben oltre gli orari naturali, una corretta armonizzazione dei nostri bioritmi con la naturale alternanza di luce e buio è indispensabile per mantenere l’organismo in salute.

 

Quali sono le cause del Jet-Lag?

Il veloce attraversamento di diversi fusi orari durante il viaggio in aereo rappresenta la causa principale.
Anche la luce del sole influenza il nostro orologio interno: la melatonina, cioè l’ormone che favorisce il sonno, viene prodotta prevalentemente di notte. L’esposizione alla luce all’arrivo nel tardo pomeriggio ritarda l’inizio del ciclo fisiologico del sonno, mentre un’esposizione alla luce nel primo mattino anticipa l’orologio biologico e il nostro riposo sarà più breve del solito. L’ora di partenza e quella di arrivo possono quindi incidere sulla manifestazione del Jet lag.
La disidratazione dovuta all’aria molto secca presente negli aerei e la forzata limitazione dei movimenti per tutta la durata del viaggio può accentuare i disturbi.

 

Da est a ovest, da ovest a est

jetlag-725811Quando voliamo da est a ovest, partendo per esempio dall’Italia alle 13 e arrivando a Toronto dopo circa 9 ore, attraversiamo sei fusi orari. Quindi per noi saranno le 22 mentre in Canada saranno solo le 16. Il nostro corpo, quasi pronto per il riposo notturno, dovrà quindi affrontare un pomeriggio in più di attività e adeguarsi al diverso ritmo circadiano durante il soggiorno. L’adattamento in questo caso avviene abbastanza facilmente, perché la luce solare facilita la sincronizzazione. Ben diverso il nostro ritorno da ovest a est: volando da Toronto all’Italia, la giornata viene accorciata, ed è difficile prendere il giusto ritmo notturno. Anche la fame e le abitudini intestinali rimangono sballate per alcuni giorni.Un consiglio: nel programmare la vostra vacanza a Toronto, calcolate qualche giorno per riprendere i vostri ritmi abituali prima di ritornare al lavoro!

 

Sintomi

194I sintomi del Jet lag posse essere:

  • insonnia
  • disturbi nel ritmo del sonno
  • stanchezza durante il giorno
  • nervosismo
  • disturbi nel ritmo del sonno
  • stanchezza durante il giorno
  • nervosismo
  • difficoltà di concentrazione
  • inappetenza
  • problemi digestivi
  • nausea
  • mal di testa
  • indolenzimento muscolare
  • diarrea oppure stitichezza

L’adattamento e quindi anche la gravità dei sintomi hanno comunque un’alta variabilità da persona a persona, in base all’età, alle condizioni fisiche e allo stile di vita di ognuno.

 

Rimedi

E’ possibile prevenire o ridurre la comparsa del Jet lag con qualche semplice accorgimento pratico.
Prima di partire vivete già con il “nuovo orario” :

  • Se possibile, posticipate o anticipate gradualmente il momento di andare a letto e quello in cui vi alzate, per abituarvi progressivamente all’orario del luogo di destinazione, ma senza ridurre le ore di riposo notturno, per non arrivare a destinazione già stanchi! Anche l’orario dei pasti dovrebbe essere leggermente modificato per avvicinarlo a quello che prevedete di seguire durante il soggiorno: ricordatevi che fame e sonno si influenzano a vicenda.
  • Dormite in volo: munitevi di un cuscinetto gonfiabile per la corretta postura del collo – io ad esempio ho preso questo cuscino da viaggio da amazon – assicuratevi di avere sufficiente spazio per le gambe, e non bevete alcolici che disturbano il sonno. Durante il viaggio, consumate pasti leggeri, rilassatevi e cercate di riposare il più possibile.
  • Mettete in moto la circolazione: in aereo non state sempre seduti, ma per quanto possibile camminate un po’ per sgranchirvi le gambe e fate qualche piccolo esercizio per rimettere in moto la circolazione sanguigna, sempre in maniera rispettosa, senza invadere lo spazio altrui.
  • Bevete molta acqua, per combattere la disidratazione. Un corpo ben idratato sopporta meglio lo stress del viaggio e recupera più rapidamente.
  • Non andate a dormire di giorno!
  • Una volta arrivati cercate di esporvi il più possibile alla luce solare: quella del tardo pomeriggio per i viaggi a ovest, quella del mattino per i viaggi a est. Evitate di dormire durante il giorno, ma conservate la stanchezza per la sera.
  • Non abbuffatevi: una dieta leggera a base di carboidrati durante il volo può agevolare il sonno e un pasto energetico (a base di carne) dopo aver smaltito la stanchezza del viaggio può contribuire ad alleviare i disturbi del jet-lag.
  • Evitate l’alcol e riducete al minimo caffè, tè e bevande contenenti caffeina, anche se utili a compensare la sonnolenza diurna: fareste fatica poi ad addormentarvi la sera!

Nel giro di qualche giorno riprenderete la vostra normale routine, ma in caso di necessità potete consultare un medico per la prescrizione di melatonina o altra terapia farmacologica. Alcuni rimedi naturali possono essere Nux vomica, indicata per l’insonnia notturna, oppure tisane rilassanti a base di valeriana, passiflora o camomilla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *